Informativa
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca sul pulsante APPROFONDISCI. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

DRITTO, ROVESCIO E SUPEROP: QUESTO IL TENNIS DI MELANIA DELAI

MelaniaDelaiPer valutare la condizione fisica dell’atleta, lo staff della giovane tennista Melania Delai ha scelto di avvalersi di SuperOp, la soluzione che misurando i dati di pressione e battito cardiaco è in grado di valutare il carico interno e aiutare a ottimizzare i carichi di lavoro. La giovane promessa trentina e il suo coach Alessandro Bertoldero lo utilizzano da alcuni mesi, e i risultati già si vedono.

Dopo nuoto, atletica leggera, ciclismo, calcio e basket, SuperOp approda nel mondo del tennis, perché sempre di più la preparazione fisica è determinante tra i giocatori e le giocatrici di alto livello che vogliono raggiungere risultati importanti. Una delle giovani promesse del tennis italiano è Melania Delai, quindicenne trentina che recentemente ha conquistato importanti risultati vincendo un torneo Under18 in Egitto, sia in singolo che in doppio. Ma prima di raccontare l’esperienza della giovane tennista, vediamo in sintesi le funzionalità del sistema.

IN COSA CONSISTE
SuperOp è una soluzione composta da hardware e una app che, grazie ad un complesso algoritmo, valuta alcuni parametri legati allo stress organico-metabolico dell’organismo, causato prevalentemente - ma non solo - dagli allenamenti. Con una sola misura al mattino di battito e pressione sanguigna, SuperOp è così in grado di determinare la condizione quotidiana dell’organismo e di conseguenza di suggerire il carico più appropriato per 

l’allenamento della giornata, cioè il volume di lavoro che ottimizza il processo di supercompensazione che sta alla base del miglioramento della performance. SuperOp è di assoluta facile lettura: il responso mattutino è basato su un colore (verde, arancione, giallo e rosso) associato al valore di Ricettività Organica, ovvero alla disponibilità dell’organismo ad assorbire con beneficio una quantità più o meno importante di carico allenante. 

LA PAROLA ALLO STAFF

Per sua natura, SuperOp è utilizzabile in tutte le discipline sportive, e per la prima volta viene utilizzato nel tennis dallo staff di Melania Delai, guidato da Alessandro Bertoldero, tecnico federale con Mirco Demis Cappellato nel ruolo di preparatore atletico: «Stiamo utilizzando SuperOp con Melania da alcuni mesi e, dopo un inizio dedicato a capirne le funzionalità operative, devo dire che ci stiamo trovando molto bene – esordisce coach Bertoldero – anche perché c’è un reale riscontro tra le sue sensazioni e le indicazioni mattutine di SuperOp».
La giovane tennista si spinge oltre, perché considera la soluzione SuperOp un “ulteriore” compagno di allenamento con cui confrontarsi: «All’inizio ero sempre dubbiosa sull’indicazione dei valori da 1 a 5 nella descrizione della quantità e intensità dell’allenamento del giorno prima, ma poi, usandolo con costanza e attenzione abbiamo trovato, io e Alessandro, la modalità giusta per descrivere il volume del lavoro fatto il giorno prima. Ci vuole un po’ di …pratica». E sull'aspetto del recupero, la parte centrale della 

preparazione fisica di qualsiasi disciplina, Melania (classe 2002) ci sorprende. «Un elemento che mi ha colpito di SuperOp è l’indicazione del semaforo rosso, ovvero il Riposo – conclude la Delai – perché nel mio day-off posso dire che se riposo tranquillamente ho un recupero ottimale e il giorno dopo me ne accorgo in campo, viceversa se ho riposato ma sono stata sottoposta a stress di varia natura, il recupero non avviene in modo completo». Infine la giovane tennista tesserata per il Centro Sportivo Plebiscito di Padova conclude così: «Alla luce di questi mesi, l’esperienza con SuperOp mi ha insegnato che è uno strumento utile anche per conoscere meglio il proprio corpo e le sensazioni che ci fornisce, e soprattutto lo apprezzo per le indicazioni precise sulla fase di recupero». Le pagine news del suo sito web www.melaniadelai.it raccontano periodicamente la sua vita da tennista e i risultati conseguiti.
Frutto dell’esperienza ventennale del professor Marco De Angelis dell’Università dell’Aquila e di una start-up innovativa con base a Reggio Emilia, SuperOp è una proposta sofisticata nell’algoritmo di misura del carico interno dell’atleta, ma estremamente semplice nell’utilizzo, in grado di risolvere il problema principale di tutti i programmi di preparazione fisica: conoscere la reale condizione di ogni giocatore e somministrargli il programma di allenamento giornaliero più adeguato. 


Maggiori informazioni su www.super-op.com
(così ricevuto e pubblicato - autore LDL COMunicazione)