Informativa
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca sul pulsante APPROFONDISCI. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Boxe Thailandese

foto Palestra 5 compressaL’Olimpo thai boxe è un’associazione che svolge una attività pluridecennale nella nostra provincia, insegnando sport da combattimento praticati sul ring; muay thai (boxe thaolandese) , k1, e ora anche MMA(arti marziali miste, sport da combattimento praticato in gabbia, dove valgono calci, pugni, ginocchiate, gomitate proiezioni e lotta a terra con colpi ).

L’attività consiste nel divulgare la conoscenza di queste discipline ai principianti,  ai progrediti, a chi vuole fare del sano movimento e a chi interessa l’agonismo. Questi ultimi gareggiano anche oltre ai confini della nostra regione, come il 19 novembre 2016 scorso a Malo (VI) dove competevano  Valon Osmani e Egzon  Osmani( 15 anni e 64 kg il primo e 16 anni e 58 kg il secondo). Ambedue gareggiavano nella disciplina k1 dove sono permesse tecniche di calcio e di pugno ginocchiate e il clinch per un tempo molto ridotto. Valon dopo aver vinto il primo raund nel secondo prendeva un colpo sotto la cintura giustamente segnalato dall’arbitro .Nonostante questa scorrettezza che condizionava negativamente l’incontro proseguiva la sua gara.. Nella terza ripresa un pugno al naso gli negava la meritata vittoria. Debutto con vittoria per il sedicenne Egzon che dominava l’incontro grazie ad una condizione fisica superlativa.

Più recentemente il 5 marzo scorso l’Olimpo thai boxe si presentava al galà di San Bonifacio organizzato dalla federazione per gli sport da combattimento” Kombat League” con due atleti: Tadè Alex nella categoria meno 75 kg ed Egzon Osmani nella categoria meno 63 kg.

Alex combatteva nella disciplina K 1 disputando un ottimo match con colpi puliti e lineari purtroppo; l’inesperienza lo rendeva troppo generoso nel primo raund che vinceva nettamente, nel secondo invece calava un po’ di intensità mentre nel terzo l’avversario più esperto convinceva la giuria a dargli la vittoria portando più colpi. In ogni caso visto il tasso tecnico dell’incontro il debutto di Tade’ poteva dirsi più che soddisfacente.

Il secondo incontro di Egzon era della disciplina più classica la muay thai praticata da secoli in Tailandia che oltre ai colpi di pugno e  di calcio prevede  pure ginocchiate e gomitate oltre al clinch. Egzon portava una grande quantità di colpi e il suo clinch abbinato alle ginocchiate tecnica dispendiosissima di energia ma altamente redditizia in termini di efficacia e di punti. La sua vittoria era netta in quanto  tutti i tre raund sono stati senza ombra di dubbio dominati da lui in quanto superiore atleticamente e con delle basi tecniche migliori . Sicuramente la guida dei maestri Zancanella Renzo e Zancanella Amos ha dato un impronta sia dal punto di vista della preparazione fisica, della conoscenza dei vari colpi e combinazioni sia dal punto di vista della serietà, su come ci si prepara ad un match.